Articles

Toccato da Lyme

Guest blogger Peter Burke, un avvocato che si concentra sulla legge sulla disabilità, riassume alcune delle sfide affrontate dai pazienti di Lyme.

Malattia di Lyme e invalidità: Le sfide

La malattia di Lyme è un’infezione batterica causata da una puntura di zecca. I suoi sintomi sono diversi e possono causare disabilità fisiche, tra cui malattie cardiache, gonfiore articolare, affaticamento e dolore estremo, insieme a una varietà di sintomi mentali, tra cui perdita di memoria, deficit di attenzione e funzione esecutiva, ansia, attacchi di panico e deliri. Le vittime spesso consultano fino a 20 o 30 medici prima di ottenere una diagnosi accurata. A complicare il problema, i sintomi imitano una serie di altre condizioni mentali e fisiche e sono spesso incoerenti, con esacerbazioni e remissioni.

Qualificarsi per i programmi di disabilità del governo

A causa della grande varietà di sintomi e della difficoltà di ottenere una diagnosi, molte persone che soffrono di questa malattia debilitante non sono in grado di lavorare. Tuttavia, per gli stessi motivi, devono affrontare sfide quando si applica per le prestazioni di invalidità, se SSI o SSDI, ben al di là di quelli affrontati da persone con altre disabilità più comuni.

I due programmi di disabilità, Supplemental Security Income (SSI) e Social Security Invalidity Insurance (SSDI) che il governo ha in atto forniscono alla persona disabile reddito e copertura medica, ma hanno requisiti di soglia diversi. I richiedenti prestazioni SSI devono dimostrare di avere poche o nessuna risorsa finanziaria, mentre i destinatari SSDI devono avere una storia di lavoro e hanno pagato in sicurezza sociale.

Al fine di qualificarsi per le prestazioni di invalidità di sicurezza sociale, è necessario dimostrare la disabilità a causa di una condizione medica elencata nel “libro blu” della sicurezza sociale, che descrive le loro menomazioni riconosciute. Non esiste un elenco specifico per la malattia di Lyme. Manifestazioni della malattia, tuttavia, potrebbe essere dimostrato di soddisfare i requisiti di qualificazione, come l’incapacità di camminare o usare le braccia, danni al cuore, grave artrite infiammatoria, o uno dei vari problemi cognitivi o disturbi mentali.

La RFC

Molte persone soffrono di sintomi multipli che rendono impossibile riprendere a lavorare, anche se non c’è una corrispondenza specifica con un elenco di blue book. In questa situazione, la sicurezza sociale utilizza la capacità funzionale residua (RFC) per determinare la combinazione di menomazioni è sufficientemente disabilitante per impedirti di tornare al lavoro.

Se determinano che non sei fisicamente in grado di svolgere il tuo solito lavoro, valuteranno se potresti essere in grado di eseguire invece uno sedentario. Molti pazienti con malattia di Lyme esperienza problemi di equilibrio, artrite, capacità motorie, vista, e disturbi cognitivi ed emotivi che renderebbero anche un lavoro meno fisicamente impegnativo impossibile. Se sei in grado di dimostrare attraverso la RFC che non sei in grado di fare anche un lavoro sedentario, dovresti essere qualificato per ricevere benefici.

E ‘ essenziale che si dice ai vostri medici su tutti i sintomi e le disabilità che si verificano e assicurarsi che le cartelle cliniche includono una diagnosi, prognosi, e la descrizione completa dei vostri limiti che derivano dalla malattia di Lyme, tra cui fisica, neurologico, cognitivo, e menomazioni psicologiche. Le cartelle cliniche saranno la fonte primaria di informazioni utilizzate nella RFC e, se non si menzionano sintomi, limitazioni o disabilità al medico, o se il medico trascura di registrarli, non saranno inclusi.

Ottenere aiuto

Perché la malattia di Lyme non si adatta perfettamente in qualsiasi categoria, è difficile da diagnosticare, e viene fornito con esacerbazioni e remissioni, può essere difficile, frustrante, e richiede tempo per guadare attraverso la burocrazia coinvolti nelle varie fasi del processo di applicazione. Il linguaggio utilizzato nel modulo di domanda è spesso vago e confuso. Ad esempio, qual è la differenza tra una menomazione” marcata “e una” grave”? Se non sei in grado di fare la distinzione, il tuo reclamo potrebbe essere negato.

Molti richiedenti di disabilità che tentano di ottenere benefici da soli finiscono per essere negati, il che richiede il deposito di un ricorso, causando il processo di richiesta di trascinamento per un tempo scomodamente lungo. Assumere un avvocato specializzato in prestazioni di sicurezza sociale spesso può facilitare e abbreviare il processo e alleviare un onere che non si può essere in grado di gestire da solo di fronte alle molte sfide fisiche e mentali associate con la malattia di Lyme.

Peter H. Burke è un avvocato di disabilità a lungo termine e di disabilità di sicurezza sociale con Burke Harvey, LLC.

Tag : prestazioni di invalidità per la malattia di Lyme, malattia di Lyme, SSDI