Articles

My Mighty Three: Man O ‘ War, Citation, and Secretariat

Le cose migliori arrivano sempre in tre. Per chi ama le corse di cavalli, scegliere le prime tre leggende di tutti i tempi è un compito reso molto più facile quando i cavalli stessi entrano sotto i riflettori e si allineano davanti ai tuoi occhi. Man O ‘ War, Citation, e Secretariat non hanno vissuto negli stessi periodi di tempo, o mai grazia una traccia insieme.

Sono venuti uno dopo l’altro come una santa trinità che ha cambiato lo sport delle corse di cavalli per sempre e ha ispirato migliaia, se non milioni, di nuovi fan. Hanno stabilito record della pista durante le loro carriere di corsa che sono rimasti intatti per anni, anche decenni. Mostravano velocità, potenza e resistenza, a differenza di qualsiasi altro cavallo della loro classe. I cavalli incarnavano lo spirito perdente di elevarsi al di sopra di ogni sfida che veniva loro incontro. Erano forze della natura.

Il derby del Kentucky di sabato: Triple Crown Showdown contribuirà a raccogliere million 2 milioni per gli sforzi di soccorso di emergenza COVID-19!
In previsione, stiamo analizzando diversi intriganti match-up testa a testa. https://t.co/uV13wFw1UJ

Le loro storie sono il motivo per cui ogni importante elenco dei migliori cavalli da corsa, dalla rivista Bloodhorse Top 100 del 20 ° secolo a quelli compilati da ESPN e varie pubblicazioni sportive e da corsa, presentano sempre gli stessi tre nomi. Anche se a volte in un ordine diverso.

Man O ‘ War, Secretariat, Citation.

Segretariato. Uomo di guerra. Citazione.

Man O ‘ War, Citation, Secretariat.

Centinaia di cavalli hanno corso prima e dopo di loro. Alcuni hanno ottenuto lo status di “grande”. Alcuni hanno toccato “straordinario”. Ancora meno sono stati classificati come “leggendari”. L’aria dolce e rarefatta respirata dai potenti polmoni di questi tre cavalli è aria che pochi avranno mai il piacere di sperimentare.

Da ragazza, ascoltavo mio padre. Era uno scienziato che amava le corse di cavalli, parlare dei ” grandi.”Ha chiamato fuori cavalli come Eclipse, Exterminator, War Admiral, Count Fleet, Whirlaway, War Admiral, Stymie, Swaps, Gallant Fox, Sir Barton, e altri. La sua riverenza era più evidente per due cavalli in particolare. Citation era un grande favorito. Quello che considerava il migliore che sia mai esistito, Man O ‘ War, ha riempito lo slot superiore. Nel 1973, ha aggiunto Segretariato a tale elenco, e nel corso degli anni, una miriade di altri. Ma se gli chiedessi di nominare i suoi primi tre, direbbe: “Man O’ War, Citation e Secretariat”. In questo ordine!

La mia ossessione per i cavalli è iniziata da bambina. Volevo cosi ‘ tanto fare il fantino. Ho letto ogni libro alla biblioteca locale sui cavalli e alla fine mi sono innamorato, proprio come mio padre, dei grandi delle corse. Tra questi, Man O’ War era il mio preferito. Era grande e potente, muscoloso e forte. Trasudava grandezza e i suoi occhi esprimevano una passione feroce per correre e vincere.

Man O ‘ War è diventato il mio eroe d’infanzia, il mio idolo. Oh, ho amato una manciata di pop star come ogni altra ragazza in crescita. Tuttavia, i miei veri eroi avevano quattro gambe invece di due e a volte mi faceva sentire come uno strano. Nessuno dei miei amici voleva parlare del perché Man O ‘ War fosse il migliore che sia mai esistito, o di come Whirlaway abbia ottenuto il suo nome divertente, o perché Stymie fosse considerato un cavallo usa e getta finché non mostrò il suo vero talento.

Il più vicino che potevo tornare a diventare un fantino era cavalcare vecchi, ma dolci cavalli Morgan in una stalla locale di New York. Più tardi ho continuato a guidare hunter / jumper in una stalla elegante nel New Jersey Ero abbastanza sicuro che i miei genitori potevano a malapena permettersi. Mi hanno fatto sedere su briosi purosangue a sangue caldo. Ero terrorizzato mentre tenevo per la vita cara su quei tre piedi “bambino” recinzioni.

Nella mia adolescenza, mi sono trasferito da New York a San Diego e ho continuato a cavalcare per alcuni anni. Fino a quando ho scoperto i ragazzi, sono andato al college e ho trovato un lavoro. Avevo scritto fin dall’infanzia e sapevo già che la mia carriera sarebbe stata come scrittore. Andare a cavallo è diventato una cosa del passato, e per quanto riguarda diventare un fantino? Beh, diciamo solo che ho superato quel desiderio fisicamente, avendo poca abilità atletica, anche se non l’ho mai fatto emotivamente.

Invece, ho continuato a leggere le vecchie leggende e grandi. Ho visto le nuove leggende in divenire quando sono scese in pista, inclusa la corsa di Secretariat per la Triple Crown nel 1973. Mi sono seduto davanti alla televisione durante i Belmont Stakes con mio padre mentre il grande superhorse rosso si muoveva come una “tremenda macchina”. Ha fatto saltare attraverso il traguardo, lasciando il suo povero rivale, Sham, così lontano dietro. Ho pianto, e sono abbastanza sicuro che anche mio padre ha pianto. E ‘ stato indimenticabile.

Siamo andati al Del Mar autodromo con la mia famiglia per tutto il 1980 e 1990. Ho scritto una storia in prima pagina per il San Diego Union-Tribune sul mio amore per andare alle gare con mio padre. Quando i miei genitori divorziarono nel 1990, vivevo a Los Angeles, e mio padre si trasferì a Las Vegas. Ho smesso di andare in pista così tanto, e più tardi ho avuto mio figlio, Max.

Mi ha tenuto incredibilmente occupato. Non ho mai smesso di guardare le gare in televisione, leggere su Man O ‘ War e altri cavalli su Internet o nei libri. Sognando il giorno in cui potrei possedere la mia leggenda-in-the-making. A quel tempo, possedere un cavallo da corsa significava spendere una quantità esorbitante di denaro. Credevo fosse un sogno fuori portata. Forse uno che potrei soddisfare se un giorno avessi vinto la lotteria o venduto un romanzo o una sceneggiatura per un milione di dollari.

Nel 2010, ho portato mio figlio, Max, e mia madre, Milly, a vedere Zenyatta. Ha esteso la sua leggendaria striscia vincente a 18 gare nell’handicap Clement L. Hirsch a Del Mar Racetrack. C’era una folla di oltre 60.000 persone. L’attesa di tre ore per uscire dal parcheggio quando la gara è finita è stata peggiore di qualsiasi altra cosa che avessi mai provato in un concerto rock. Ho urlato così forte per Zenyatta. Ho perso la voce per due settimane e sono stato sgridato dal mio medico. Anche mio figlio e mia madre hanno urlato. Sono stati coinvolti nello spirito dell’occasione, la gloria, la maestà, e l’emozione senza pari che è corse di cavalli, soprattutto quando in presenza di grandezza.

Oggi sono uno scrittore di successo, ma la mia seconda passione è sempre lì, naso a naso al traguardo, chiedendo di vincere un giorno la gara. Ho persino trovato un modo per possedere alcuni cavalli da corsa come parte del crescente numero di partnership e sindacati che consentono alle persone di provare le emozioni della proprietà a prezzi accessibili. Ho azioni in tre puledri e due puledri e avuto modo di sperimentare la prima vittoria personale della mia vita quando una delle mie “ragazze” ha vinto in una gara a Del Mar.

Quando le persone mi chiedono a chi guardo, potrei nominare alcuni umani, principalmente scrittori e leader mondiali che ammiro. Sempre in cima alla mia lista ci sono i nomi di tre idoli che sono venuti da umili origini, hanno combattuto attraverso sfide e ostacoli, sono saliti e sono caduti e sono risorti, e sono passati alla storia come eroi, come legends…as dei. Oh, e avevano tutti quattro gambe.

Uomo di guerra. Citazione. Segretariato.