Articles

Lettere ai vecchi amici

X

Privacy & Cookie

Questo sito utilizza cookie. Continuando, accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni, tra cui come controllare i cookie.

Capito!

Pubblicità

Negli ultimi due mesi, ho pensato di pubblicare alcune lettere ad alcuni vecchi amici e9c685c8595370d40cb51d2cc7043cc4. Perché? Perche ‘ hanno bisogno di sentire le mie parole. E se non lo sentono, qualcuno lo fa e forse possiamo imparare gli uni dagli altri. Dopotutto, questo fa parte dello scopo della scrittura.

Queste sono tutte persone reali e ogni evento che è accaduto è vero. L’unica ragione per cui sto dicendo queste storie ora è perché non ho il coraggio di dirlo ai loro volti al momento giusto nel posto giusto.

Come alcuni di voi, forse ho bisogno di guadagnare un po ‘ di fiducia.

Caro A,

Ehi, tu. Siamo stati migliori amici dal 6 ° grado (o almeno così pensavo). Beh, piu ‘ o meno. Ero un po ‘un tranquillo recluso alle medie e tu eri un po ‘bigger piu’ grande. Va bene, perche ‘ ti ho accettato per quello che eri e tu hai accettato me per quello che ero. Anche allora, mi hai spinto a uscire dal mio guscio essendo la persona più schietta che abbia mai incontrato nella mia vita; mi criticavi apertamente e mi dicevi direttamente in faccia se quello che ho detto era cattivo.

Grazie mille per questo.

E ti ho incolpato per tante cose: non ottenere la prima sedia in band o essere migliore di me al dibattito. Mi dispiace tanto perche ‘ non meritavi niente di tutto questo. Onestamente, sei una delle ragazze più belle che abbia mai incontrato. Sei intelligente, sei cresciuto fino a diventare incredibilmente bella, e conosci i tuoi confini quando si tratta di relazioni. Al liceo, potresti essere diventato un po ‘ troppo ossessivo con la popolarità e i ragazzi, e mi sono trovato a dover mentire a te solo per tenere il passo. Vorrei non doverlo fare. Nessuno dovrebbe mentire per mantenere una relazione. Ma, questo è quello che ho fatto.

Volevo essere come te. Bello, un po ‘ popolare, intelligente, attraente. Non lo so, perche ‘ non andavo sempre in giro con uno specchio, ma tu mi hai insegnato tante cose sulla vita in generale. Sembrava un po ‘ arrogante quando è venuto fuori, ma ogni parola suonava con tanta verità e avrei dovuto essere in grado di sopportare la mia fiducia pur essendo il tuo migliore amico.

Caro B,

Lascia che ti dica una cosa: non sono mai stato innamorato e, con te, non mi sono mai avvicinato a questo. Infatti, non so davvero perché ti ho incluso in questo post, ma forse è perché sei il più vicino sono venuto a un rapporto reale. Sicuro, ho fatto i hook-up e hanno fatto scelte sbagliate, ma si può essere l ” unico ragazzo che in realtà si preoccupava di me come più di un amico. Quando dico “cura”, voglio dire che avremmo potuto effettivamente datato.

Finché non l’ho fatto saltare in aria.

” What ifs “e” So what ” mi hanno nuotato la testa per anni e regret rimpiango tutto. Mi dispiace di non aver fatto quel salto in più per stare con te o darti una possibilità perché ero troppo cieco per leggere qualsiasi segno che mi stavi dando. Questo potrebbe essere parte dei miei problemi di autostima in cui penso che ti piaccia qualcun altro, quando sei davvero solo un bravo ragazzo…che è tutto ciò che volevo davvero. Mi hai sopportato e mi hai fatto male quando hai smesso di parlarmi dopo un po ‘ perché non ero ladylovinalternativo. No, non e ‘ colpa tua. Ho bisogno di imparare a fare più rischi nella mia vita, e forse un giorno sarò in grado di correre quel rischio. Non ti definirò una lezione imparata, perché sei molto di più. Ma direi sicuramente che potrei essere molto meglio di una persona con una tonnellata di merda in più se avessi preso quel rischio.

Mi dispiace tanto.

Caro C,

Entrambi abbiamo iniziato con grandi sogni al liceo: diventare i più grandi registi e produttori cinematografici là fuori. Ma, ora, tu sei a New York e io sono ancora bloccato nel sud: indovina, chi è andato più lontano?

Sì, mi lamento di te a volte perché sei un po ‘ ipocrita. Hai usato per giudicare tutti per essere troie e entrare nei pantaloni di tutti gli altri, quando eri davvero il più disperato di tutti loro. Non preoccuparti, lo ero anch’io. Forse non così arrapato, perché ero più giovane e in via di sviluppo non ero coinvolto. Ma, ho capito e mi hai davvero insegnato come non giudicare, anche se non l’hai detto in modo specifico.

Tutto quello che hai detto al liceo sembrava una stronzata mentre stavi parlando di renderlo ai grandi campionati quando pensavo che non l’avresti mai fatto; non avevi esperienza o idea di cosa stavi per farti. Però, nemmeno io. Ho pensato di fare più lontano di chiunque altro, ma dove era il mio terreno per dire quelle parole? Avevo due anni di” esperienza ” e avevo un potenziale, ma nulla che supportasse quel potenziale. I sogni sono solo sogni se li lasci stare lì.

Ma stai andando alla grande. Sarai anche solo agli inizi, ma almeno inizi, a differenza mia. New York è dura, ma tu sei lì e stai lavorando per realizzare i tuoi sogni. Non posso dire che spero che tu ci riesca, perché anche se lo dico, non lo so se le probabilità sono a tuo favore, o di chiunque altro per quella materia. Ma sono orgoglioso, anche se non te lo ammetto in faccia.

Caro D,

Buon signore, eri l’epitome della popolarità e della figata, in generale: il ragazzo tutto americano che è stato coinvolto sia nello sport che negli accademici e ha trovato un modo per non essere deriso per questo, ma piuttosto elogiato. Sei sempre stato gentile con me e sembravi capire da dove venissi senza intimidirmi come facevano tutti i tuoi amici. Lo apprezzo molto.

I motivi per cui sei incluso in questo post sono 1) probabilmente non leggerai questo e 2) Vorrei davvero che avessimo una relazione più stretta. Non sto dicendo che volevo essere trascinato nel tuo spaccio di droga e stronzate, ma piuttosto che vorrei che abbiamo collegato di più. So che hai passato un sacco di cazzate al liceo, ma ho sentito tutto questo attraverso la vite. Mi parlavi solo di cose che pensavi che avrei capito, ma hai mai pensato di aver giudicato male?

Smettere di trattenere. Le persone che si preoccupano di te sono quelli che stanno ascoltando, non quelli che stanno facendo pressione a fare le cose per farvi popolare. So che non frequentiamo piu ‘la stessa scuola, ma, dannazione, se potessi invertire il tempo, mi sarei avvicinato a te molto piu’ spesso di quanto abbia fatto io.

Caro E,career-regret

Si può essere il motivo per cui sto scrivendo questo post. La nostra amicizia e ‘finita piu’ di quattro anni fa, ma mi sento responsabile di averti rovinato la vita.

L’ho fatto? Mi incolpavi di tutto e io pensavo fossi stupido per averlo fatto. Perche ‘ ho messo fine alla nostra amicizia senza una ragione o una spiegazione. E si può essere alla ricerca per la risposta perché, anche se può essere un po ‘ tardi. Qualunque cosa, però: si meritano di sapere.

Sono una cagna. Questo è il motivo per cui. I miei genitori pensavano che fossi una cattiva influenza su di me, anche se probabilmente eri la migliore influenza. Questo perché ho un rapporto di merda con i miei genitori, quindi non gli ho detto esattamente tutto. Così li ho ascoltati quando hanno detto di tagliarti la strada. Ho anche pensato che stavi distruggendo la mia “popolarità” quando ero solo un idiota egocentrico che pensava che fosse popolare quando era davvero solo il più grande nerd e perdente della scuola. Solo perché alcuni ragazzi popolari erano gentili con me non mi ha reso popolare.

Nella classe Statistics, mi hanno insegnato che la correlazione non equivale alla causalità, ma sento che la correlazione è così forte che potrei aver fatto parte della causa. Solo pochi mesi dopo che ho smesso di parlare con te, ti sei tuffato nel profondo e hai iniziato a uscire con persone che non ti piacevano nemmeno. Sapevo che non eri tu. Poi, sei diventato questa ragazza emo al liceo e si diceva che tu fossi vittima di bullismo così tanto che sei stato mandato in un altro liceo, cosa che hai fatto.

E poi ci sono state voci sulla riabilitazione e il suicidio. Fu allora che capii di aver fatto qualcosa di sbagliato.

Ancora una volta, non lo so. Ma mi dispiace. Mi dispiace di averti ignorato e mi dispiace che tu abbia dovuto soffrire per una piccola cosa che ho fatto. Da allora in poi, non ho mai smesso di parlare con nessuno solo perché i miei genitori mi hanno detto di o perché ho pensato che stavano rovinando il mio status sociale. Conosco le conseguenze. Forse non sono stato l’unico motivo per cui sei caduto dalla faccia della terra, ma sono stato sicuramente un fattore che ha contribuito.

E non sono mai stato più dispiaciuto di nulla in tutta la mia vita.

Pubblicità