Articles

Ex donna di Adelaide che rischia la pena di morte negli Stati Uniti costretta a consegnare ai pubblici ministeri il suo DNA

Una donna australiana è stata ordinata da un tribunale degli Stati Uniti di consegnare il suo DNA ai pubblici ministeri che sostengono di aver ucciso la sua giovane figliastra.

Punti chiave:

  • Lisa e Germayne Cunningham hanno dichiarato non colpevole di 11 oneri
  • La coppia sarà di nuovo in tribunale il 20 Maggio
  • Signor Cunningham sette-anno-vecchia figlia Sanaa è morto nel mese di febbraio, 2017

Ex Adelaide residenti Lisa Cunningham affronta la pena di morte a Phoenix, in Arizona, dopo essere stato accusato con il primo omicidio di grado e di abbandono di sette-anno-vecchio figliastra Sanaa, che morì nel febbraio 2017.

Anche il marito della 44enne, Germayne Cunningham-ex detective della polizia e padre di Sanaa-è accusato del suo omicidio.

La coppia si è dichiarata non colpevole di tutte le accuse 11.

Durante la notte, sono apparsi nel Maricopa County Court, che ha ordinato la coppia fornire procuratori con il DNA, nonostante la loro obiezione alla domanda.

Alla corte è stato detto che i pubblici ministeri avevano pianificato di avere l’agente del caso in tribunale per ottenere le prove del DNA dall’imputato, ma è stato coinvolto in un incidente d’auto sulla strada per il tribunale.

“Sta cercando di inviare qualcun altro dal Dipartimento di polizia di Goodyear nel caso in cui il tribunale accolga la nostra richiesta di ottenere un tampone buccale”, hanno detto i procuratori.

“Speriamo che saranno qui oggi.

” In caso contrario, Vostro Onore, e supponendo che accolga la nostra richiesta, dovremo coordinarci con l’avvocato della difesa per prelevare quel campione.”

Il giudice Michael Kemp ha detto di aver esaminato le osservazioni sulla domanda per le prove del DNA.

Ha confermato la data di prova 2020 prima di impostare un’altra conferenza di gestione di prova per maggio.

Un’autopsia ha rilevato che la causa della morte di Sanaa era la sepsi correlata a un’infezione al torace, un ascesso al piede destro e ulcere cutanee multiple.

Sanaa Cunningham
Sanaa Cunningham è morto nel febbraio 2017, all’età di sette anni.(ABC Notizie: Fornito)

È stato anche notato che aveva un disturbo dello spettro schizofrenico non specifico.

I documenti del tribunale sostengono che la coppia chiuse Sanaa nel loro cortile, lavanderia e garage, la costrinse a dormire fuori, la trattenne con fascette e non riuscì a cercare cure mediche.

Lo scorso dicembre, l’avvocato della signora Cunningham, Eric Kessler, ha dichiarato ai media che il suo cliente stava cercando di ottenere chiarimenti su esattamente ciò che ha fatto che “costituisce l’abuso sui minori che è in discussione rispetto all’accusa di omicidio”.

Ha anche detto che avrebbe incontrato il consolato australiano per cercare di ottenere finanziamenti per la sua difesa.