Articles

Cinque principi per la gestione snella del prodotto

Lo sviluppo del prodotto si è ampiamente trasformato negli ultimi due decenni da un processo a cascata, gated, a una mentalità agile / scrum come un modo per fornire prodotti convalidati più velocemente sul mercato, il tutto coinvolgendo i team, riducendo, rischi e collegando i prodotti ai clienti. Agile / scrum si concentra sulla consegna del prodotto, il “come costruire” nel mondo del software e non solo. Per le aziende che sono passate a agile, hanno visto consegne di prodotti più affidabili e di successo. Ma le aziende hanno anche bisogno di una trasformazione sulla pianificazione aziendale intorno alla gestione del prodotto – il “cosa costruire.”

Molti autori e consulenti hanno iniziato a scrivere più recentemente sui principi di pianificazione aziendale “lean”, basati sugli scritti sulle nuove startup di Eric Reiss (The Lean Startup, 2011) e Steve Blank (The Startup Manual, 2012) ed estrapolati per le organizzazioni da Nathan Furr e Jeff Dyer (The Innovator’s Method, 2014). Ho anche avuto il piacere di incontrare e lavorare con autori, imprenditori e consulenti come Alex Osterwalder, Joanne Hyland, Steve Snyder, Braun Kiess e Beth Temple, che lavorano instancabilmente per tradurre i concetti di innovazione in un ambiente aziendale. Siamo infatti nel bel mezzo di una pianificazione snella del prodotto e di una rivoluzione dell’innovazione nel mondo aziendale.

È qui che vedo la trasformazione “Lean” nel business come il complemento della trasformazione “Agile” nella tecnologia. Mentre agile si concentra sui team di sviluppo e consegna, lean si concentra sui team di business, ricerche di mercato e finanza. Come agile, lean ci chiede di trasformare il modo in cui gli uomini d’affari ricercano, pianificano e governano nuovi prodotti. Lean può iniziare anche prima che i team di sviluppo agile siano impegnati – e in effetti, possono avere diversi “prodotti minimi vitali”, il termine lean per il più piccolo prodotto vendibile che può essere utilizzato per testare un’ipotesi di business, prima che venga scritta una riga di codice. Se combinati, la pianificazione aziendale snella e lo sviluppo agile insieme sono ancora più potenti.

Che cos’è Lean quando applicato alla pianificazione di nuovi prodotti?

A mio avviso, il cambiamento inaugurato da lean business planning può essere riassunto in cinque principi chiave:

  • Ipotizzare e Test
  • Mercato del Prodotto
  • Scorrere e Imparare
  • Release e Sviluppare
  • Misurare e Guida

Questi cinque principi richiedono un cambiamento di mentalità nel modo di corporate business planning per nuovi prodotti, tradizionalmente, sono state svolte (simile a quello di un cambiamento di mentalità anche accadendo in marketing, abbracciato da Ryan Vacanza in Crescita Hacking Marketing, 2014). Il tradizionale business plan aziendale richiede mesi di ricerche di mercato e teorizzazioni interne sui concetti di prodotto, supportate da una profonda previsione di costi e benefici, e traduzione in un P&L che proietta rendimenti finanziari. Questo viene quindi valutato e considerato dai leader senior. Una volta firmato, il business plan diventa scritto nella pietra – e un albatro per il nuovo team di prodotto, che presto scoprono, una volta che stanno testando il mercato, che le proposte di valore devono cambiare, potenzialmente cambiando le rotte verso il mercato, gli investimenti e i rendimenti. Questo cambiamento richiede un altro giro di più mesi di pianificazione potenziale e la pianificazione delle presentazioni esecutive. Nel frattempo, i mercati sono andati avanti, le startup più agili sono entrate e hanno catturato le nuove proposte di valore e le opportunità sono andate perse. Abbiamo fatto la pianificazione aziendale per assicurarci di spendere i nostri soldi per un’idea responsabile con una buona possibilità di fare un ritorno, ma i processi di pianificazione aziendale sono diventati tanto un crippler intrinseco del successo che si sta sforzando di garantire quanto lo sviluppo a cascata usato per essere la distribuzione del software.

Il punto di pensiero snello in un ambiente di pianificazione aziendale è quello di rompere il ciclo della profezia che si autoavvera del business plan fallito. Quello che vogliamo invece è creare un processo di governo che consenta ai team di entrare rapidamente in nuovi mercati, fare investimenti più intelligenti e muoversi rapidamente per migliorare le proposte di valore, riducendo al minimo gli investimenti necessari per acquisire le conoscenze necessarie per avere successo. Ciò richiede un cambiamento nel pensare a ciò che il business plan” lean ” è – una misura di ciò che sappiamo ora e di ciò che dobbiamo imparare dopo (e il profilo di investimento / rendimento / rischio che presuppone) – piuttosto che un tomo a tenuta d’aria (ma bassa fiducia nell’esecuzione) pieno di leganti sui mistici rendimenti futuri.

Il seguente grafico mostra in modo specifico come la mentalità di pianificazione aziendale deve cambiare in modo che un approccio snello abbia successo. Questi approcci sono progettati pensando a prodotti basati su software, ma molti di essi possono essere applicati anche ad altre metodologie di progettazione del prodotto.

Leggi l’articolo completo su CompleteProductManager.com